pizza con farina integrale

Se volete provare un impasto diverso dal solito, la pizza con farina integrale fa al caso vostro. Leggera e digeribile grazie alla lunga lievitazione e ricca di nutrienti grazie alla farina integrale: in altre parole irresistibile

Oggi abbiamo preparato e provato la pizza con farina integrale bio. No, non ci siamo stancati di mangiare la classica pizza, ma abbiamo la curiosità di provare farine e impasti diversi. Ogni tanto qualche variazione al solito modo di mangiare non ci sta male!

La farina integrale, dal punto di vista nutrizionale è molto completa. Subisce un solo processo di macinazione conservando la crusca ricca di fibre e mantenendo intatti tutti i nutrienti delle germe, cioè sali minerali, aminoacidi e vitamine. Inoltre le fibre presenti aiutano la regolarità intestinale. Quindi sarebbe da preferire all’usatissima farina 00, considerata dagli esperti una delle farine peggiori. E dato che è poco raffinata e conserva meglio i suoi componenti, noi preferiamo acquistare una farina integrale biologica (e consigliamo di farlo anche a voi)!

Visto che fa così bene, sarà anche buona? Sì, perché di solito le cose che fanno bene sono poco saporite e spesso anche poco invitanti! Invece in questa occasione ci siamo dovuti ricredere perché la pizza con farina integrale è davvero buona.

Per preparare la pizza con farina integrale abbiamo usato la nostra nuova impastatrice, che ci aiuta tantissimo facendoci fare meno fatica.

Ingredienti per 4-5 persone:

  • Farina integrale bio 1 kg
  • Lievito di birra 3g
  • Acqua 550ml
  • Sale 25 g
  • Olio 15 ml

20150415_100334Per preparare e cuocere l’impasto della pizza con farina integrale usiamo lo stesso procedimento della nostra pizza fatta in casa, aumentando un po’ i tempi di lievitazione.

Infatti, il processo di lievitazione nell’impasto con la farina integrale è ritardato dalla presenza delle fibre nella crusca. Non siamo fortissimi in chimica, quindi meglio che non ci avventuriamo in spiegazioni troppo tecniche!

Comunque, per risolvere il problema della lievitazione più lenta, preferiamo allungare i tempi di circe 4-5 ore, piuttosto che aggiungere più lievito.

In termini pratici, consigliamo di preparare l’impasto intorno all’ora di pranzo del giorno prima in cui si decide di cuocere le pizze. Tenere per tutto il giorno e tutta la notte l’impasto in frigo. Formare le palline e mettere di nuovo in frigo fino a 3-4 ore prima della cottura.

Terminata la lievitazione, stendere le pizze, condirle a piacimento e infornarle per mezzora circa nel forno tradizionale a 220°. In alternativa usiamo il fornetto g3 ferrari che cuoce le pizze in circa 5 minuti.

Il colore della pizza con farina integrale è più scuro: le prime volte è consigliabile controllare un po’ più spesso la cottura perché, a differenza della pizza classica, a occhio non si riesce a capire perfettamente se la pizza è cotta al punto giusto oppure no! E non possiamo rischiare di bruciarla, sarebbe un peccato: è davvero squisita!

Se vi è piaciuta questa ricetta, cliccate Mi piace sulla nostra pagina Facebook Tutta colpa di Masterchef per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità che sforna la nostra cucina!

Salva

Salva

Salva

You May Also Like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.